The Peter Pan Collar Body Wrapper

Partire in autunno e tornare a Natale

Partire in autunno e tornare a Natale

Sono partita per il Senegal lasciando un post in bozze sul mio amato autunno, ma dopo una sola settimana è tutto da riscrivere. Il motivo è che ho compiuto un viaggio breve ma intenso, di quelli che hanno il potere di cambiare il modo in cui vedi le cose, di regalarti nuove prospettive.

Così, volevo parlare del fatto che l’autunno sembrava eterno quest’anno, arancio, frizzante e rilassante per così tanti weekend… e invece è il contrario: sono partita lasciando una Milano con i colori che più amo e l’ho ritrovata totalmente immersa nel Natale, non che la cosa mi dispiaccia, anzi.

Andare, tornare e cambiare un po’ la concezione che si ha del tempo, perché in Africa sembrava scorrere diversamente. Un minuto solo per scattare una fotografia perfetta, quattro ore di pulmino senza area condizionata per raggiungere posti spettacolari, qualche secondo di sguardi scambiati con quella bambina per non dimenticarla mai più, un bagno nell’oceano lungo mezz’ora, una cena di tre ore insieme al gruppo, un volo di quaranta minuti per andare da un lato all’altro del paese, troppe poche ore di sonno, infiniti istanti di lacrime.

 

Il Senegal, forse, ha cambiato anche la mia concezione dei colori e i colori di queste foto, i miei colori preferiti, ora non sono più quelli delle foglie autunnali, ma quelli della terra, della vegetazione, degli animali, dei villaggi, della sabbia che ho lasciato qualche giorno fa.

the peter pan collar