The Peter Pan Collar Body Wrapper

Mini Guida ai mercatini vintage di Milano e dintorni

Mini Guida ai mercatini vintage di Milano e dintorni

Se la guida ai negozi vintage di Milano è stata semplice perché ho scelto di pubblicare solo i negozi di abbigliamento (la cosa che mi chiedete di più), per i mercatini bisogna fare un attimo una premessa.

Tanto per cominciare quello del mercatino è uno stile di vita, una scelta diversa dal negozio. Fondamentali sono pazienza, buon occhio, un minimo di conoscenza di ciò che si vuole acquistare, voglia di trattare con il venditore, curiosità e si… anche fortuna!

Seconda cosa da tener presente: nonostante esistano mercatini più specializzati in abbigliamento, altri in mobili, altri in, per dire, francobolli e libri, il bello del mercatino delle pulci (perché di questo si tratta) è che tutto è mischiato insieme. Un mercatino è un mondo pieno di altri mondi, di tesori, di oggetti assurdi, da scoprire, da reinventare… e anche di tante fregature. Di seguito ho quindi messo insieme mercatini non prettamente di abbigliamento, ma quelli dove, qualsiasi siano i vostri interessi, potrete sicuramente trovare qualcosa. Sono, inoltre, divisi in due gruppi. Per primi i veri e propri mercati delle pulci:

  • Piazzale Cuoco. Il mio preferito al momento. Si tiene ogni domenica e si divide in due parti: una dove bisogna essere poco schizzinosi e ci sono i mucchi in cui scavare; una seconda, Hobby Park, dove ci sono anche venditori con capi selezionati, sempre ad un buon rapporto qualità/prezzo. Molto grande, ci trovate di tutto, dai coltelli da cucina alla borsa Trussardi a 5 euro, dai CantaTu che nessuno vuole più a cappotti di lana ad 1 euro. Un vero paradiso per chi ama RAVANARE.
  • Mercato dell’Antiquariato dei Navigli: si tiene ogni ultima domenica del mese (calendario) ed è tutto un “lo voglio”. Alcuni venditori hanno prezzi alti, ma vale la pena provare. Trovate: mobili, modernariato, oggetti vari, ma anche abbigliamento.
  • Fiera di Senigallia, sempre Naviglio Pavese. Tutti i sabati dalle 8:00 alle 18:00. Meno nota e meno interessante del precedente (tante cianfrusaglie e cose cheap) ma anche qui ci sono un paio di venditori interessanti, soprattutto per capi estivi (non so perché), ma anche libri e vinili.
  • Bovisa: ogni domenica fuori la stazione di Bovisa. Molto carino, con venditori gentili e simpatici. Non molto grande ma con qualche chicca assicurata. Lo consiglio ai vergini dei mercatini.
  • Bagagliaio a Novegro (ingresso € 3,00), istituzione dei mercatini delle pulci. Si trova di tutto e di più, prezzi trattabili e competitivi, in quanto si tratta tendenzialmente di privati (è il luogo ideale anche se volete prenotare uno stand per vendere).
  • Le Pulci di Portobello, in Viale Milano Fiori, ogni domenica mattina. Splendida selezione di oggettistica, antiquariato, collezionismo. Tante cose belle e poche cianfrusaglie. Venite qui per: macchine da scrivere e fotografiche, giochi retrò, piatti e cose per la tavola, targhe, stampe…

Menzione doverosa ad alcuni mercatini-evento molto piacevoli per trascorrere qualche ora nel weekend, ma che non possono stare insieme agli altri in quanto molto diversi e non prettamente per chi va esclusivamente “a caccia di occasioni”. Tra gli espositori solitamente shop e artigiani, creatori handmade e anche angoli food and beverage. Li segnalo quindi perché possono essere interessanti, ma non sono dei veri mercatini delle pulci.

  • East Market: tutti a Milano ci sono stati almeno una volta. Mi piace l’atmosfera, la location (c’era la storica di Lambrate, dove ora torneranno, poi quella in via Mecenate..) e si, si possono trovare pezzi molto interessanti (non solo vintage, ma second hand, hand made e oggettistica). I prezzi degli espositori, però, sono decisamente alti.
  • Wunder Market: simile al precedente, ma più intimo e più orientato a piccoli artigiani e marchi handmade particolari. Il posto per le idee regalo e le ispirazioni. La location varia, tenete d’occhio la pagina per gli aggiornamenti.
  • Il mercatino nel Bagagliaio: un nuovo appuntamento milanese che sembra promettente. Il prossimo si terrà al Tempio del Futuro Perduto. Mi ispira anche perché invogliano la compra-vendita di oggetti usati in quanto stile di vita eco-compatibile.
  • Pop Corn Garage Market: un evento che sfrutta vari luoghi di Milano molto belli (come i Bagli Misteriosi) e propone, insieme ad espositori di usato, vintage e artigianato, anche food, musica e lavoratori. Per sapere quando ci sarà il prossimo seguiteli qui.
  • Vinokilo: evento itinerante che si è tenuto già una volta a Milano (e tornerà l’8 febbraio 2020). Funziona così: si paga 3 euro per l’ingresso e gli Abiti stanno 40€ / Kg. Molto simpatica come cosa, ma bisogna essere furbi nello scegliere i capi. Soprattutto sportswear, streetwear e abbigliamento anni 80/90.
  • Chez Babette: il garage sale che mancava, una domenica la mese (controllate qui). Principalmente second hand e quasi totalmente abbigliamento e accessori. Andate qui per: un firmato in ottimo stato.

Comments

comments